Pagine

martedì 1 settembre 2009

La torta allo yogurt con gocce di cioccolato


Doverosa premessa: nessuna novità culinaria di rilievo. La torta allo yogurt con gli ingredienti che si misurano a vasetti la conoscono tutti. Questa ha in più un "rinforzino" di gocce di cioccolato, che la rende assai gradita ai bambini della spiaggia. Sicché ogni mattina accendo il forno (sì, anche con 40 gradi all'ombra...) e la preparo.

Me la porto nella borsa, in un contenitore di latta bianco e blu che sembra uscito dalla cucina di Nonna Papera, e al momento della merenda la consegno a uno di loro che per primo, un giorno, ha avuto l'idea delle gocce di cioccolato. Con fare da gran cerimoniere la distribuisce a tutti gli altri - un gruppo vociante a geometria variabile - sedando a urla i tentativi di accaparramento dei più forti e indirizzando con occhiate eloquenti i suoi favoriti verso i pezzi più cioccolatosi.

Con lui, che ama leggere di tutto, faccio lunghe chiacchierate in spiaggia: possiamo parlare di come estrarre energia dalle alghe, di cacciabombardieri della 2° Guerra Mondiale, o di giochi del Gameboy. E rivedo com’ero io alla sua età.

Qualche settimana fa sono arrivati tutti di corsa dagli scogli, urlando e agitando un retino con dentro due enormi lumaconi neri: "Abbiamo catturato dei pesci stranissimi che sembrano sacchi della spazzatura!" Qualche metro dietro correva lui, disperato: " Non sono pesci, sono nudibranchi! E sono rarissimi!". Nessuno di noi li aveva mai visti, ma è bastato un giretto in Internet per appurare che aveva ragione. Da allora, del gasteropode nudibranchio sappiamo tutto, o quasi...

E adesso che la stagione volge al termine, mentre mi godo le ultime preziose giornate di mare penso già a cosa metterò nella valigia del ritorno. Tra le camicie di lino e i sandali infradito troverò un posto anche per questa semplicissima ricetta di torta allo yogurt, messa a punto grazie ai quotidiani suggerimenti di un bambino che ama leggere di tutto: anche i libri di cucina. E di tutti gli altri giovani assaggiatori della spiaggia, che mi hanno consentito di testare il nuovo forno con il quale non riuscivo a prender confidenza per mancanza di... clientela.


INGREDIENTI

yogurt intero naturale: 1 vasetto
olio di semi di mais: 1 vasetto
zucchero semolato fine: 2 vasetti
farina 00: 3 vasetti
uova: 2
gocce di cioccolato: 1 vasetto e mezzo
latte: 1/3 di vasetto
lievito vanigliato: 1 bustina


Accendete il forno a 180°. Imburrate e infarinate uno stampo da 24 cm di diametro. Mettete le gocce di cioccolato nel freezer (serve a evitare che finiscano tutte sul fondo della torta).

Versate in una ciotola lo yogurt, l'olio, lo zucchero, la farina setacciata, le uova intere e il latte. Lavorate con lo sbattitore elettrico finché il composto non è ben gonfio. Aggiungete il lievito setacciato e mescolate bene. Versate metà delle gocce di cioccolato e amalgamatele all'impasto con un cucchiaio (deponete lo sbattitore, pena una torta dall'inquietante color marroncino).

Vesate nello stampo, cospargete con il resto dele gocce e infornate subito. Cuocete per 35-40 minuti e lasciare rafreddare su una gratella.


---------------------------------

La torta al vasetto di yogurt...?
Se volete, potete sostituire lo yogurt con 125 gr di ricotta (o di altro latticino piuttosto insapore tipo mascarpone o philadelphia) "ammorbidita" con qualche cucchiaio di latte. Non potete invece sostituire il vasetto - vuoto - dello yogurt, indispensabile per dosare gli ingredienti.
Ne consegue che avrei dovuto scrivere che questa non è tanto una torta "allo yogurt" ma piuttosto una torta "al vasetto di yogurt"... ma vi sareste mai letti un post con un titolo del genere?

40 commenti:

Carolina ha detto...

Oh che tenero... Adoro quel genere di bambino...

Ho preparato la torta allo yogurt giusto ieri sera per la colazione di stamani. Probabilmente è l'unica torta che riesce a far felici tutti "a suon di vasetti"!

Mi fa piacere passare da queste parti...
Ti auguro una buona serata.

Federica ha detto...

anch'io la faccio spesso ci piace tanto!

Libri e Cannella ha detto...

Che bambino magnifico!! Mi fa una grande tenerezza!! Buonissima anche la torta!!

Sara ha detto...

Vengo ora dalla cucina e...l'avevo appena fatta! Senza gocce di cioccolato però, perchè la farcirò con il lemon curd. Belli i tuoi racconti di vita, è un piacere leggerti.
Se passi da me noterai che ti ho rubato qualcosa..
ciao!

sabrine d'aubergine ha detto...

Carolina, ci sei sempre ed è un piacere Quanto alle tue ricette, stai superando te stessa: gelato di fichi... excellent!

Federica grazie per la visita (proverò i tuoi panini di farro quanto prima). A presto

Libri e Cannella: grazie per il commento. I tuoi cookies al cioccolato e burro d'arachidi sarebbero andati benissimo per i bambini in spiaggia.. li sperimenterò in attesa della prossima estate.

sabrine d'aubergine ha detto...

Sara: mi fa piacere che tu abbia sperimentato, e proposto nel tuo blog, la ricetta del mio soda bread. Finalmente qualcuno che non scopiazza, ma cita correttamente la fonte! A presto

Samantha ha detto...

Si, me lo sarei letto lo stesso il post, anche con il titolo Dolce al vasetto di yogurt! Io leggo tutto, come il bambino della spiaggia :)
Mi è venuta voglia di accendere il forno!
Ciao!

manu e silvia ha detto...

Ciao! saràa nche una torta classica...ma a noi piace proprio tantissimo!delicata e golosa allo stesso tempo!
buona davvero!!
baci baci

katty ha detto...

anche io la faccio molto simile!! buona!! buona notte!!

marifra79 ha detto...

Sarà un classico, ma è una delle più buone!Hai scattato una foto meravigliosa rende alla perfezione!
Ciao un abbraccio

sabri ha detto...

La torta allo yogurt piace tanto anche a noi, con il cioccolato non l'ho mai provata, ma mi pare proprio una bella idea.
Ho preparato la tua cremina senape e yogurt e ci ho condito le carote grattugiate aggiungendo alla fine un po' di semi di sesamo tostati, ne è uscita un'insalatina buonissima. Ciao

Mirtilla ha detto...

certo che le gocce di cioccolato arricchiscono molto questo gia'delizioso dolce ;)

Mammazan ha detto...

La torta allo yogurt è un classico di sicuro successo: semplice, buona, genuina che può variare a seconda degli elemneti aggiunti come in questo caso...anche le gocce di cioccolato sono un "bell'aiutino" sempre gradito
Baci

armanda ha detto...

Ciao mia cara, grazie per la visita molto gradita, come vedi mi sono aggiunta a chi ti segue, questa torta è stupenda per anni era la colazione preferita del mio caro
la preparavo quasi ogni giorno, io di diverso uso l'olio evo grazie
spero tanto di diventare tua amica , un abbraccio

ciao army

Stefania ha detto...

Io la torta dei vasetti non l'ho mai fatta per via dell'olio (mi ha sempre lasciato perplessa), però ho iniziato a comprare un buon olio di semi di mais, magari prima o poi mi decido, a furia di vedere questi risultati.
ciao
Stefania

Micaela ha detto...

la torta allo yogurt per me è insuperabile!!! bravissima come sempre!

Betty ha detto...

ciao, grazie per essere passata da me mi fa molto piacere davvero!
complimneti per la tortina, io l'adoro... buona giornata.

Tittina ha detto...

ciao Sabrine,io la faccio spesso anche con la frutta...mele...pere ananas... pesche...la base è sempre quella allo yogurt ma variando la frutta si ottiene una torta nuova...un bacio Tittina

polepole ha detto...

toc toc...
Permesso? sono polepole del circolovizioso! Ciao! bentrovata! sai che si sta proprio bene qui da te?
E dici di non essere una fotografa? e nemmeno una cuoca? ... ti dico solo che in tre mosse mi hai conquistato: hai bussato da me, hai preparato delle polpette con avanzi di caviale di melanzane (che è giusto giusto lì pronto per esser usato nel mio frigo ancora vacanziero...) e mi hai fatto anche ridere!
Le premesse ci sono tutte, ora ti linko e spero che ripasserai presto da me. Grazie per i complimenti e per la cortesia, mi fa sempre piacere fare nuove conoscenze, soprattutto quando hanno lati golosi e viziosetti come scopro in questo blog...
polepole

Claudia ha detto...

Ciao!!!! grazie del tuo commento al mio blog.. non potevo non correre subito qui da te..complimenti anche al tuo.. e a questa torta allo yogurt.. deve essere buonissima.. che ne pensi se per festeggiare questo nostro incontro di blog.. me ne offri un paio di fette??? a prestissimo cara .-)))) torta a trovarmi.. io lo farò con te..

Fra ha detto...

Sto leggendo Molto forte,incredibilmente vicino di J.S. Foer e questo bambino della spiaggia mi ha ricordato tantissimo Oskar il protagonista. La tua torta è delicatissima, come l'amicizia fra te e questo bimbo
Un bacione
fra

fiorix ha detto...

buonissima io la preparo sempre a casa mia la adorano tutti grandi e piccini..nel mio blog ci sono anche tantissime altre varianti..tipo 1volta l ho fatta con le scagliette rosse di zucchero e profumata all' arancia è stata davvero particolare oltre che nel gusto anche dalla presenza scenica che ha fatto con quel tocco di rosso..!!!

alessandra ha detto...

Ciao Sabrine, le cose semplici alle volte sono quelle che poi amiamo di più perchè sono quelle che più facili da ricordare. Una Torta allo Yogurt è un must di tutti i bambini anche mio... bello ricordarlo.
Grazie per essere passata da me e avermi dato modo di conoscerti.
Ciao Alessandra

babi ha detto...

Ciao Sabrine! Questo bambino mi fa troppa tenerezza, sai? Adesso devo assolutamente correre a cercare su google i nudibranchi, eh eh! Ma... davvero accendi il forno anche con 40 gradi all'ombra??? Sei un'eroina! Un abbraccio :)

nicole c ha detto...

ciao Sabrine!!complimenti per il tuo bellissimo blog!la tua torta con ciocco mi ispira tanto,sicuramente è buonissima!!grazie x aver visitato il mio blog!!

yari ha detto...

Quanti ricordi la torta allo yogurt (anzi, al vasetto di yogurt!). Ma che fine hanno poi fatto i nudibranchi?

sabrine d'aubergine ha detto...

Samantha: commossa... non credevo di avere lettori tanto pazienti!

Manu e Silvia: bentornate, sentivamo la vostra mancanza!

Katty: accoppiata gelato alla crema + Baricco: molto, molto carina. Grazie per la visita, a presto.

Marifra: grazie! Le tue ultime ricette di dolci alla frutta sono davvero interessanti... roba tosta da ingegneri!

Sabri: sei della compagnia ormai.. che piacere! Felice che la salsa di yogurt alla senape abbia funzionato a dovere. Grazie e a presto

sabrine d'aubergine ha detto...

Mirtilla: grazie per la visita. Complimenti per il tuo sorbetto al basilico, a presto

Mammazan: che onore! Una visita e un bel commento da una dea della blogsfera.. grazie! Ti seguo sempre con interesse. A presto

Armanda: grazie per il sostegno e il commento affettuoso. Sei simpaticissima, oltre che assai brava in cucina...

Stefania: una che ha un bimbo e un blog dal titolo "buoni e veloci" non può non provare questa torta! Ti consiglio vivamete di passare subito all'azione! Facci sapere, a presto

Sacco ha detto...

@ sabrine d'aubergine
Ciao Sabrine, ti ringrazio di cuore per i complimenti. Quando vuoi tu, io sono disponibile per uno scambio di link. ;-)
Un saluto!

Scarlett: ha detto...

Sabrine spero non essere stata l'ultima a scriverti che questo dolce e' meravigliosamente buonoooooooo e soffice....come vorrei averne un pezzzetto.Un caro abbraccio ..Scarlett

Ciboulette ha detto...

Com'è che non ero mai capitata qui :-0

Un vasetto e mezzo di gocce di cioccolato?? MA questo non è un peccato di gola, è il peccato originale!!! :D

Ho visto anche le polpettine qua sotto, molto interessanti (scusa ma io le vedo proprio adattissime per la barca..vabè non sono proprio un lupo di mare :P) visto che sono a BAri ne approfitto di comprare la ricotta marzotica che credo sia un po' più delicata pur essendo di pecora (e poi quella mustia dove la trovo qui) e la settimana prossima un po' delle melanzane in frigo finiscono inpolpetta :)
Ciao, a prsto!

sabrine d'aubergine ha detto...

Micaela: mi fa sempre piacere una tua visita da queste parti, grazie di cuore. A presto

Betty: ciao e grazie per la visita! Alla prossima...

Tittina: anche io la faccio con la frutta, d'estate soprattutto con le pesche. Proverò anche le tue varianti, grazie per il suggerimento!

Polepole: ti sono grata, sinceramente, per tutte le belle parole che hai speso qui. Ma anche per la conoscenza reciproca (che spero coltiveremo), per il tuo bel blog (è curato e si percepisce...) e per quel tuo post di buoni propositi e riflessioni che ci aiuta tutti ad affrontare l'autunno! Non perdiamoci di vista. Grazie ancora.

Claudia: e certo che torno a trovarti! Arrivederci sul tuo ricettarium...

sabrine d'aubergine ha detto...

Fra: cucina e buone letture... un binomio perfetto! (che poi è lo stile del tuo blog... o no?). A presto

Fiorix: che bello, hai vent'anni e cucini (bene). Ma il tuo fidanzato te lo ha già fatto un monumento? Andrò a vedermi questa tua torta con gli effetti speciali per verificare se è alla mia portata...

Alessandra: grazie per la visita e il commento. Le tue ultime ricette estive con verdure sono sfiziosissime... ti seguo con piacere. A presto

Babi: i nudibranchi cercali pure su Google, ma ti suggerirei di dare un'occhiatina non distante dal mare di casa tua... A presto (e complimenti per le tue ricette, ragazza!)

Nicole: grazie di cuore e sinceri complimenti per i tuoi dolci! A presto

Yari: i nudibranchi sono rimasti in zona scoglietti per qualche giorno. Alle sette di sera diventavano l'attrazione della spiaggia, con i bambini che facevano da ciceroni tenendo a debita distanza i curiosi troppo invadenti. Sono animali lenti, che si lasciano osservare con facilità. Bellissimi... A presto

sabrine d'aubergine ha detto...

Sacco: grazie, di certo coltiveremo questa conoscenza! A presto

Scarlett: grazie! E complimenti per la tua ultima ricetta con le alici: A presto

Coboulette: che onore! Da te che hai un blog davvero molto interessante e piendo di spunti! La ricotta marzotica secondo me va benissimo, è un po' più delicata di quella mustia ma non h dubbi che saprai riequilibrare il tutto con un tocco creativo "alla barese"! A presto e grazie

Cuochella ha detto...

ma te sarai stata la gioia di tutti questi bambini..ogni mattina con una bella torta di quelle genuine, fatte con amore! poi già me la immagino l ascatola di latta, che belle che sono, anche io le uso per trasportare i biscotti fatti in casa, sono così romantiche e "nonnapaperose" :)

ho cercato su soogle i nudibranchi..ma sono bellissimi!

sabrine d'aubergine ha detto...

Cuochella: la gioia era la mia... arrivare in spiaggia e averli tutti intorno a chiedere: "Cosa hai portato oggi?". Di clienti così non se ne trovano facilmente, credimi. A presto

Ciboulette ha detto...

troppo buona...:P
ricotta marzotica comprata!!! :))

Chiara ha detto...

ciao!!!
ieri appena ho visto la tua torta nn ho potuto resistere e l'ho fatta subito!!
una vera delizia e il cioccolato regala quel tocco di golosità in più!
grazie mille per la ricetta!!
a presto!

AnnaDrai ha detto...

Eh questa la so fare anche io, è il mio pezzo forte che negli anni ho anche un po' modificato e creato altre varianti ;)
E poi non avendo burro, mi permette di avere meno sensi di colpa nel mangiarla ;)

Dimenticavo, non ho messo i sostenitori, perchè il blog è già pieno di link e robe varie, mi sembrva troppo! Grazie comunque.
un saluto

sabrine d'aubergine ha detto...

Ciboulette: grazie! E le polpette? A presto

Chiara: mi fa un enorme piacere... grazie!

AnnaDrai: vedi? ... non avevo dubbi! Anche tu hai il tuo pezzo forte in cucina. E... se ci facessi sapere quali sono le tue varianti? Mi farebbe molto piacere. Quanto al tuo blog, comprendo la scelta "editoriale". A presto,

Blog Widget by LinkWithin